Piazza Nova Guest House Ferrara (II parte)

Questa è la replica su Booking.com del proprietario dell’albergo alla mia recensione. La cafoneria di queste persone è davvero irritante:

Egr. Sig. Carletto Genovese, grazie per aver dedicato parte del suo tempo ad una così lunga e dettagliata recensione. Spiace che questa dovizia non sia stata impiegata anche nella lettura delle condizioni contrattuali applicate dalla nostra struttura all’atto della prenotazione. Probabilmente si è dimenticato di dire che oltre a Lei e Mater avrebbe viaggiato anche il Vostro gatto. Avremmo potuto non accettarlo, visto che non era stato specificato in anticipo, ma ci siamo limitati a comunicarVi che questo avrebbe comportato un extra per le pulizie. Pulizie necessarie e doverose ad una sanificazione idonea a tutelare chi, dopo di Lei, e potenzialmente allergico, occupi l’appartamento. Se si è sentito “fregato” avrebbe potuto far valere le “Sue ragioni” contattando Booking, ma non l’ha fatto. Affranti per il Suo dispiacere nel dover corrispondere una cifra da Lei non preventivata, Le siamo venuti incontro facendoLe pagare un terzo del dovuto, ma, ahinoi, nemmeno questo è bastato a risollevare le sorti della vacanza. Siete andati via senza salutare. Noi, invece, Vi salutiamo cordialmente. Piazza Nova Guest House p.s. Piccolo vademecum per future recensioni: 1) ripassare la regola dell’apostrofo; 2) non utilizzare termini inglesi che non si è in grado di declinare al plurale o, peggio ancora, di cui non si conosce il significato.

Incominciamo col dire che la recensione non era completa ed era limitata a un certo numero di caratteri imposti da Booking.com. Per cui la parte più interessante (quella in cui si evidenziava che l’extra pagato non fosse incluso nella ricevuta di pagamento) non era presente nella recensione.

In merito alla replica, dico che ho prenotato su Booking.com e non sul sito, dove, devo ammetterlo, era scritto che per gli animali era previsto un’extra di 30 euro. Ne devo dare atto. Ma ho usato il portale di prenotazione generico perché non avevo tempo di andare a cercare tutte le strutture recettive e leggermi le condizioni contrattuali.

Se una struttura ammette gli animali, dò per scontato che li accetti e non lo specifico. E’ un problema della struttura e non mio. La quale struttura può applicare il prezzo che ritiene più opportuno ma che lo specifichi anche su Booking.com. Sicuramente non può replicare con la frase che avrebbero potuto non accettarlo.

“Fregato” perché il proprietario non ha incluso il prezzo extra dei 10 euro (che potevano essere anche 1.000) nella ricevuta di pagamento. E la cosa mi dà un fastidio enorme. Questo significa, sì, fregare l’utente e lo Stato.

Io non ero affatto dispiaciuto per aver pagato una cifra non preventivata. Che sia chiaro. Non sono un pezzente ma una persona onesta.

Poi la cafoneria di questa persona mi irrita ancor di più per queste due postille. Chi ha scritto la replica mi dica che cosa vuol dire ripassare la regola dell’apostrofo! Credo di non conoscerla.

Io non declino al plurale le parole inglesi di cui conosco benissimo il significato, avendo vissuto per tanto tempo in America, usate in contesto italiano. Se vuole fare lo sbruffone lo faccia da un’altra parte ma non con me.

Avrebbe potuto rispondere semplicemente: “Ci dispiace per l’incomprensione, speriamo di annoverarla in futuro ancora tra i nostri glienti”. Avrebbe veramente fatto una bella figura, avrebbe dato una risposta elegante come la struttura. Ma che questi si permette di darmi non lo accetto proprio. Non conosco chi sia il padrone, non abbiamo mai mangiato assieme. Come si permette di darmi consigli su come scrivere recensioni su booking.com?

Facebook Comments

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: