Krasnaia Plosciad

Piangerai bastardo, per tutti i minuti di silenzio che ti ho dato. Verserai lacrime amare quando ti asporteranno la prostata e per pisciare dovrai contrarti fino allo spasimo. Non andrai più a Bergen. Camminerai curvo sotto il peso degli anni e sarai piegato nell’orgoglio. Vedrai che ti capiterà molto presto, neanche il tempo di accorgertene. Ti amerò e non potrò che raccogliere le lacrime e aspettare. Sarò Rachele inconsolabile, ebbra di saggezza infinita e ti indicherò la strada perché non vedrai oltre i tuoi piedi… Ti accarezzerò i capelli canuti e l’incavo delle ascelle per sostenerti. Sarò Abisag, la sunamita che dorme sul seno di Davide per scaldarlo. Avrai freddo e non riuscirai a parlare. Solo il bastone scaraventerai per dormire sul giaciglio di paglia. La notte sarà lunga d’amore…

Che tu sia figlio di un re o capo di stato,che tu sia buono come il pane, o brutto e maleducato,che tu sia pazzo o normale, gatto oppure cane,guardia o ladro, non importa se sei fatto o ubriaco.Puoi chiamarti dottore, puoi chiamarti scienziato,puoi chiamarti ufficiale, puoi chiamarti soldato,puoi persino morire:comunque l’amore è là dove sei pronto a soffrire,lasciando ogni cosa al suo posto e partireanche tu come me…Che giri a destra o a sinistra, vero o per fintaè così: la tua impressione è solo un punto di vista,e non importa quale donna sposi o come si chiama,ciò che hai fatto in questa vita e in una vita passata.Puoi chiamarti dottore, puoi chiamarti scienziato,puoi cambiare il tuo cognome e usare un nome inventato,puoi persino morire:comunque l’amore è là dove sei pronto a soffrire,lasciando ogni cosa al suo posto e partireanche tu come meL’amore soltanto l’amore può farti guarireanche tu come me. . . . . .Comunque vada, che tu sia Dolce o Gabbana,che tu sia figlio di una guerra santa, giusta o sbagliata,non importa se dormi in una villa o per strada,che tu sia uomo, donna, frocio, Lucio Dalla o Sinatra.Puoi chiamarti dottore, puoi chiamarti scienziato,puoi chiamarti ufficiale, puoi chiamarti soldato,puoi persino morire:l’amore soltanto l’amore può farti guarire,lasciando ogni cosa al suo posto e partire.L’amore è là dove sei pronto a morirelasciando ogni cosa al suo posto e partiree partire… e e e e. . . . . .e partire… a a a a. . . . .

charliegolf

Nato a Varese nel 1968, risiedo a Como, sulle sponde del magnifico lago di manzoniana memoria, a pochi passi dalla Svizzera dove vado spesso a fare la benzina. Laureato in Medicina e Chirurgia e specializzato in Chirurgia d’Urgenza e di Pronto Soccorso in uno degli atenei più antichi d’Europa, cioè l’Alma Ticinensis Universitas, lavoro presso il 118 di Como. Quando non impegnato nella mia stimolante attività professionale, coltivo molti interessi: ho una passione per i viaggi, per le letture, per l’informatica (conoscendo i linguaggi di programmazione più comuni) e scrivo molto (ho pubblicato quattro libri).

Lascia un commento