brinata

Come brinata gelata
caduta di notte e posata
su rami e rinsecchite foglie,
così cade il dolore sull’anima mia,
e il cesello, qual ricamo minuzioso
sigilla il mio cuore
nella silenziosità di un giorno qualunque.
Umida nebbia intorno,
appena diradata
da un nitido accenno di sole,
che subitamente
ogni cosa inghiotte.
Una bionda colomba infreddolita
osserva tutto dal ramo,
mentre fili bianchi e ghiaccioli
pendono, come fragili ricami…
Debole e fresca speranza
dei giorni a venire
mentre tutto è fermo
e tutto par morto,
ma sta racchiuso
in questa paziente attesa
il germe verde della vita.