mi accontento

Mi accontento
della piccola terra di casa mia
delle erbe e dei fiori cullati dal vento,
dal blu del cielo di una notte d’estate.
Mi accontento
del profumo del caprifoglio e del gelsomino
dell’aria fresca di una notte quieta
e del canto dei grilli in mezzo al prato.
Mi accontento
della bianca faccia della luna
che mi riversa addosso la sua luce
di questo piccolo quadrato
di mondo, anonimo e sconosciuto.
Mi accontento
ma non è poco,
è tutto quanto posso avere
ed io amo questo tenero gioco.