On the third day of October

Lo so, sarebbe così semplice! Basterebbe un click su un pulsante e via. La coscienza e quel poco altro sarebbero a posto. Sarebbe un gesto semplice, come la mano passata sulla giacca per togliere quel poco di forfora che rovina la perfezione.

Eppure non me la sento.

Non voglio però nemmeno che tu pensi che mi sia dimenticato.

Ti scrivo duqnue queste parole.

Perché quando ho deciso di iniziare la storia con te, sono stato costretto praticamente da subito a chiudere il piano da gioco già disposto sul tavolo. I dadi erano pronti per essere lanciati, chissà di quante caselline avrei potuto avanzare…

Invece ho dovuto richiudere, malgrado tutto. Sapevo perfettamente che le cose non potevano andare diversamente.

Dai, almeno ho fatto due, al massimo tre, lanci prima che la gelosia castrante e vaginale di una donna ti portasse via.

Tu non ti sei ribellato, nemmeno mi hai fatto capire che ti spiaceva. Questo tuo atteggiamento mi ha ferito, sì. Il tuo silenzio, soprattutto. Va bene la consapevolezza ma non ero disposto ad accettare di più. No.

Ho affrontato la tua assenza con serenità, senza colpe: c’è stato un momento di incontro. Lo volevamo entrambi, poi abbiamo bevuto quella birra (almeno tu, io la Fanta), ubriacandoci di risate e di cose stupide per nascondere i nostri timori; i ricordi (quelli sì, autentici) lontani e struggenti di una giornata intensa e faticosa nei “dam” di una città piatta e particolarmente ventosa, sulla riva di qualche fiumiciattolo erano solo nostri.

Ti sei sentito amato e questo sentimento non l’hai mai tradito.

Mi basta soltanto questo, la giusta lunghezza d’onda per essere in sintonia col mondo.


Abba – Voluez-Vous (Mamma mia)

People everywhere
A sense of expectation hanging in the air
Giving out a spark
Across the room your eyes are glowing in the dark
And here we go again, we know the start, we know the end
Masters of the scene
We’ve done it all before and now we’re back to get some more
You know what I meanVoulez-vous (ah-ha)
Take it now or leave it (ah-ha)
Now it’s all we get (ah-ha)
Nothing promised, no regrets
Voulez-vous (ah-ha)
Ain’t no big decision (ah-ha)
You know what to do (ah-ha)
La question c’est voulez-vous
Voulez-vousI know what you think
The girl means business so I’ll offer her a drink
Looking mighty proud
I see you leave your table, pushing through the crowd
I’m really glad you came, you know the rules, you know the game
Master of the scene
We’ve done it all before…


People everywhereA sense of expectation hanging in the airGiving out a sparkAcross the room your eyes are glowing in the darkAnd here we go again, we know the start, we know the endMasters of the sceneWe’ve done it all before and now we’re back to get some moreYou know what I meanVoulez-vous (ah-ha)Take it now or leave it (ah-ha)Now it’s all we get (ah-ha)Nothing promised, no regretsVoulez-vous (ah-ha)Ain’t no big decision (ah-ha)You know what to do (ah-ha)La question c’est voulez-vousVoulez-vousI know what you thinkThe girl means business so I’ll offer her a drinkLooking mighty proudI see you leave your table, pushing through the crowdI’m really glad you came, you know the rules, you know the gameMaster of the sceneWe’ve done it all before…

Lascia un commento